LIBRA, la moneta del futuro?

Libra, anche Booking.com tra i protagonisti del progetto. Un nuovo mondo che permetterà a tutte le aziende del turismo di usufruire di un rivoluzionario social network come canale di vendita, con un differente parco clienti e la possibilità di arrivare a utenza difficilmente raggiungibile altrimenti.

Mark Zuckerberg ha un sogno: offrire servizi a persone e imprese sempre più tecnologici e interconnessi.

Per farlo si sta addentrando nel mondo delle valute virtuali, territorio irto di pericoli visibili e occulti.

La nuova moneta virtuale, Libra, avrà un forte impatto al suo avvento, stimato nel 2020: a partecipare in questa visione ci sono infatti grandi nomi come Mastercard, Uber, Paypal e sì, anche Booking.com.

Queste società investiranno circa 10 milioni della (e nella) nuova valuta per darle forza nel mercato e mostrare la credibilità nel progetto.

E la stabilità?

Questa è la domanda più importante, che la disarmante volatilità delle altre valute ci spinge istantaneamente a porci.

Nessun problema, poiché Libra sarà legata al paniere di tradizionali monete internazionali.

Questo dovrebbe garantire spalle larghe, abbastanza da resistere gli scossoni del mercato, che sempre di più piagano i Bitcoin, e lasciare soddisfatti gli usufruitori di questo nuovo servizio.

Al Project Libra (questo è il nome in codice) sarà affiancato un programma di gestione della moneta chiamato Calibra, che permetterà di connettere gli utenti e gestire il portafoglio per spendere, inviare e conservare Libra.

Alcuni meccanismi non sono stati ancora palesati e chiariti, ma sappiamo che non sarà direttamente l’azienda di Zuckerberg a occuparsene, lasciando quindi il campo a una nuova società.

Ma perché vediamo anche Booking.com fra i partner di questo futuristico progetto?

È presto detto.

Questo è palesemente un nuovo mondo che permetterà a tutte le aziende del turismo di usufruire di un rivoluzionario social network come canale di vendita, con un differente parco clienti e la possibilità di arrivare a utenza difficilmente raggiungibile altrimenti.

Si sa, nei momenti di maggiore crisi appaiono spesso gli affari migliori, e in questo frangente così burrascoso per le OTA vedere Booking.com alzare la testa al di fuori della tempesta e cercare un nuovo appiglio ci fa ben sperare: come per Cristoforo Colombo, Libra abbisogna di mecenati che credano in lei, in questa incursione verso lidi misteriosi.

E c’è ben poco da dire: è effettivamente una fenomenale strada da percorrere, e una possibile nuova evoluzione di un mercato che non smette mai di mutare, assumere nuovi colori e dirigersi sempre di più verso una ottimizzazione di processi che è iniziata con l’avvento delle prime OTA.

Come andrà a inserirsi nel nostro approccio Revenue?

Quali nuove sfaccettature riusciremo a cogliere di questo territorio inesplorato?

Di certo non ci coglierà impreparati, poiché il cambiamento e l’adattabilità è il nostro pane quotidiano, e come gli esploratori che hanno calcato la terra nel passato non vediamo l’ora di lanciarci in questa nuova avventura.

A breve avverrà l’ufficializzazione di questo progetto.

Siete pronti per il futuro?

    Scriveteci. Per qualsiasi informazione o per richiedere un consulto conoscitivo.

    Vuoi fare Revenue? Qui c'è tutto quello che ti serve!
    E-BOOK
    SCARICALO GRATUITAMENTE

    REVENUE MANAGEMENT
    MIGLIORA VENDITE E PROFITTI
    SOFTWARE REVOLUTION PLUS
    RICHIEDILO E PROVALO GRATIS
    10 COSE CHE DEVI ASSOLUTAMENTE SAPERE DI REVENUE MANAGEMENT
    RICHIEDICI UNO SCREENING GRATUITO DELLA TUA STRUTTURA RICETTIVA
    TOCCA CON MANO I VANTAGGI DEL NOSTRO SOFTWARE PER IL REVENUE MANAGEMENT
    E-BOOK
    SCARICALO GRATUITAMENTE
    10 COSE DA SAPERE DI REVENUE MANAGEMENT
    REVENUE MANAGEMENT
    MIGLIORA VENDITE E PROFITTI
    FAI UNO SCREENING REVENUE
    GRATUITO
    REVOLUTION PLUS
    RICHIEDILO E PROVALO GRATIS
    SCOPRI I VANTAGGI DEL NOSTRO
    SOFTWARE REVENUE MANAGEMENT