Linee guida per gli albergatori per far fronte all’emergenza Coronavirus

Ecco alcuni consigli che ci sentiamo di dare a tutti gli albergatori che stanno vivendo questo momento di crisi e che ci hanno chiesto come salvare l’alta stagione (e non solo quella).

Non è certo la prima e  – ancora più certamente – non sarà l’ultima crisi che il turismo deve contrastare.

Sono bastati pochi casi in Italia per alzare le barriere internazionali sul nostro paese, chiaramente a vantaggio del turismo e del commercio dei paesi limitrofi.

La verità è che il nostro paese fa paura, non per il Coronavirus ma per l’enorme potenziale economico e, nello specifico, turistico di cui tutto il mondo – tranne noi – ha consapevolezza.

Non dobbiamo arrenderci a una situazione mediaticamente drammatica e reagire attraverso le armi della lucidità e delle competenze.

Noi vogliamo dare un contributo a questo settore che tanto amiamo e che tanto ci ha dato.

Spero che queste righe riescano a tranquillizzare gli albergatori e soprattutto a riallinearli a una realtà che ormai a livello mediatico sta sfuggendo di mano.

Proviamo a dare qualche buon consiglio anticrisi:

 

  • salvaguardate l’alta stagione: in questi casi la tendenza è quella di vendere anticipatamente e a prezzi bassi l’alta stagione per compensare il mancato cash flow. Ma questo è molto dannoso, anche perché molto spesso l’alta stagione è compensativa della crisi e ci permette invece di vendere a prezzi molto alti vicino alla data e compensare al periodo critico. NON SVENDETE L’ALTA STAGIONE IN ANTICIPO
  • legata al primo punto è la richiesta di depositi e non rimborsabili per garantirsi la prenotazione evitando le cancellazione. Questo è un altro grave errore perché inibisce ancora di più le deboli voglie prenotative del potenziale cliente. Meglio una cancellazione in più che molte prenotazioni in meno
  • quando c’è crisi si tende a dare un immagine di sé non molto buona e quindi il servizio ne può soffrire alimentando spirali negative nell’apprezzamento dei clienti, che determinano cattiva reputazione difficile risollevare nel medio periodo. È invece fondamentale dare un servizio migliore, proprio perché i clienti sono più sensibili e in questo stato emotivo i sentimenti positivi o negativi vengono amplificati. Un servizio squillante porterà a giudizi on line e passaparola off line ancora più importanti che torneranno poi utilissimi a fine crisi
  • razionalizzate il personle ma non diminuitelo drasticamente soprattutto nei reparti chiave. Rispondere ai mancati ricavi con un taglio dei costi è normale ed è purtroppo la prima cosa e la più facile da fare ma, spesso, non paga
  • evitate di accorciare la stagione: il rischio che correreste ad avere un’alta stagione debole sarebbe troppo alto e non ve lo potete permettere
  • siate attenti a monitorare occupazione e pricing giorno e notte sulle tariffe e sull’attivazione dei last minute
  • abbiate serenità e coraggio andrà tutto bene

In bocca al lupo

Franco Grasso

 

    Scriveteci. Per qualsiasi informazione o per richiedere un consulto conoscitivo.

    Vuoi fare Revenue? Qui c'è tutto quello che ti serve!
    E-BOOK
    SCARICALO GRATUITAMENTE

    REVENUE MANAGEMENT
    MIGLIORA VENDITE E PROFITTI
    SOFTWARE REVOLUTION PLUS
    RICHIEDILO E PROVALO GRATIS
    10 COSE CHE DEVI ASSOLUTAMENTE SAPERE DI REVENUE MANAGEMENT
    RICHIEDICI UNO SCREENING GRATUITO DELLA TUA STRUTTURA RICETTIVA
    TOCCA CON MANO I VANTAGGI DEL NOSTRO SOFTWARE PER IL REVENUE MANAGEMENT
    E-BOOK
    SCARICALO GRATUITAMENTE
    10 COSE DA SAPERE DI REVENUE MANAGEMENT
    REVENUE MANAGEMENT
    MIGLIORA VENDITE E PROFITTI
    FAI UNO SCREENING REVENUE
    GRATUITO
    REVOLUTION PLUS
    RICHIEDILO E PROVALO GRATIS
    SCOPRI I VANTAGGI DEL NOSTRO
    SOFTWARE REVENUE MANAGEMENT